MIGUEL BOSÉ RACCONTATO DA “UNICI”

Miguel Bosé raccontato da “UNICI”, il programma che racconta i mostri sacri della musica e dell’arte sotto una luce inedita.

Il 21 ottobre, RAI 2, dalle 23.35, dedicherà una puntata di “UNICI” a Miguel Bosè intitolata: “Senza frontiere”.
Per tutti i fans di Bosé che vivono in Spagna, Europa e Americhe, la puntata si potrà vedere, dal 22 ottobre, sul sito ufficiale della Rai:
UNICI Rai2 >>

“Fil rouge dell’appuntamento televisivo di mercoledì 21 ottobre sarà una lunga intervista a Miguel Bosé realizzata dall’autore del programma, Giorgio Verdelli.
Sarà il racconto di un grande uomo di spettacolo, cresciuto tra le personalità di spicco che frequentavano casa sua come Luchino Visconti, Pablo Picasso, Ernest Hemingway, e arrivato al successo internazionale.
Miguel Bosé, in 40 anni di carriera, ha abbracciato tutti i campi dell’intrattenimento artistico: il canto, il ballo, la conduzione televisiva, la recitazione, il cinema e il teatro, fino al più recente ruolo di direttore artistico ad “Amici”, in Italia, dove ha guidato, nel 2013 e nel 2014, le squadre dei ragazzi, curandone le performance a tutto campo.
Ma anche al ruolo di coach nei talent show “El número uno” in Spagna (2012) e “La Voz México” (2012) in Messico.

A proposito di talent, ricordiamo che si deve a Bosè l’edizione di “Operazione trionfo”, andata in onda su Italia 1 nel 2002, format che non trovò riscontro positivo in termini di audience, ma che fu precursore del trend che si sarebbe consolidato negli anni successivi.
Nell’intervista di mercoledì 21 ottobre, a partire dalle 23.35, non verrà tralasciata la dimensione privata: il rapporto con il padre e la famiglia. E verrà naturalmente ripercorsa la lunga carriera, i miloni di dischi venduti nel mondo, le tante collaborazioni, il sodalizio con Almodovar ed Andy Warhol, l’impegno sociale, i messaggi irriverenti senza mai scadere nella volgarità.

Ad arricchire il racconto, i tanti aneddoti di amici e colleghi che lo hanno incrociato lungo il loro percorso. Ci saranno infatti i contributi di Gianni Minà, Lorenzo Cherubini – Jovanotti, Maurizio Salvadori, Red Canzian, Noa, Laura Pausini, Amanda Lear, Neri Marcorè, Amadeus, Maria De Filippi, e molti altri.
Un lungo elenco di giornalisti, cantanti, conduttori e attori, a dimostrazione della sua poliedricità, per evidenziare che si tratta di un personaggio insomma, “unico” nel suo genere.
In definitiva, quello che emergerà, è il profilo di un intellettuale di cui il pubblico spesso ignora le tante sfaccettature, anche a causa della riservatezza dello stesso Bosè.
(fonte: Irene Natali – integrata)

Giorgio Verdelli, ideatore e autore del programma, ha inaurato la nuova edizione il 14 ottobre scorso.
Questa nuova edizione prevede 6 puntate.
3 puntate andranno in onda ad ottobre, in seconda serata (Caterina Caselli, Miguel Bosé e Negramaro) e 3 puntate, a dicembre, andranno in onda in prima serata (Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli, Luciano Pavarotti).

“Unici non è un format, è un’idea.

Unici è come il blues: è uno stato d’animo, un modo di essere.

Negli anni “Unici” ha realizzato speciali sui protagonisti della musica e dello spettacolo come Lucio Dalla, Pino Daniele, Francesco Guccini, Massimo Troisi, Il Volo, Mina, Vasco Rossi. 

Il risultato è ogni volta un ritratto “unico” nel suo genere: istantanee biografiche variegate e ricercate, che raccontano, in maniera sempre molto originale e senza perdere di vista la qualità, le vite e le carriere dei più importanti protagonisti della musica e dello spettacolo italiani.

Proprio nel 2015, “Unici” ha ricevuto il premio Moige dal Movimento Italiano Genitori, con la seguente motivazione: “Per l’accuratezza con cui sono state raccontate le storie dei grandi protagonisti della musica italiana, attraverso testimonianze autentiche che hanno rotto l’aura del divismo dei grandi cantanti evidenziando come l’impegno costante sia la chiave per raggiungere il successo”. (fonte: Rai 2)

Miguel Bosé Tribute
© 2015 Tutti i diritti riservati