MIGUEL BOSÉ NEL CUORE DEL MESSICO

MAXCANÚ, Yucatán, 15 marzo – Miguel Bosé nel cuore del Messico, è giunto nello Yucatan per supervisionare il progetto pilota che sviluppa workshops formativi e di preservazione culturale, nella Casa del Niño Indígena “Cecilio Chi”, progetto che si replicherà nei 314 alberghi di questo tipo che esistono nel paese messicano.
Il presidente degli Stati Uniti del Messico Enrique Peña Nieto, ha diretto la consegna di sostegno alle Comunità indigene nella firma di un Convegno tra Comisión Nacional para el Desarrollo de los Pueblos Indígenas (CDI) e la Fundación Patrimonio Indígena MX, presieduta da Miguel Bosé che ha ideato lo schema del progetto.

Davanti al governatore Rolando Zapata Bello si è concretizzato l’accordo che beneficerà 75 mila bambini di questi spazi, di modo che possano sviluppare le loro abilità ed essere testimoni del cambiamento delle loro comunità.
Il presidente ha dichiarato che mediante il convegno è possibile focalizzare l’appoggio ai beneficiari delle Case ubicate in 21 stati del paese messicano, azione che in maniera trasversale involucra la Comisión Nacional para el Desarrollo de los Pueblos Indígenas (CDI).

Miguel Bosé ha sottolineato che, l’accordo è il risultato di 7 anni di lavoro congiunto, nella ricerca di schemi utili per trasformare i bambini indigeni in testimoni di un cambiamento e orgogliosi promotori delle proprie tradizioni, per questo motivo ha invitato le imprese nazionali, i governi statali e i rappresentanti della società civile, a sommarsi numerosi in questa causa.

Dopo aver ascoltato la sua canzone “Como un lobo”, interpretata da un coro infantile locale in lingua maya, ha ancora aggiunto che ha deciso di integrarsi in questo programma per il suo grande amore per la cultura e i costumi messicani ed ha esortato a proporre iniziative formative e di preservazione, da replicare in tutte le Casas del Niño Indígena.
A nome di tutte le bambine, i bambini e i giovani indigeni, Fátima Chay Che ha ringraziato le autorità e l’artista per la firma del documento. Inoltre ha condiviso la sua esperienza di vita nell’albergo infantile di Maxcanú che le ha permesso di continuare gli studi nel suo obiettivo di diventare ingegnere civile.

Alla fine della cerimonia, Peña Nieto, Zapata Bello e Bosé hanno percorso la Casa per conoscere i vari worshops di orditura di amaca, di ricamo yucateco, di panetteria, gastronomia, hanno visitato i dormitori, l’aula digitale, la purificatrice d’acqua, realtà che consolidano questo spazio nel marchio del Patrimonio Indígena MX.

Si può ancora vedere il video dell’evento del 15 marzo scorso>>

Altre informazioni e immagini sul sito web ufficiale: www.gob.mx/presidencia>>

Foto: Presidencia de la República
Miguel Bosé Tribute
© 2016 Tutti i diritti riservati