ARRIVEDERCI MESSICO

Arrivederci Messico, Miguel Bosé torna in Europa.
La prima tappa dell’AMO TOUR, iniziata l’8 maggio scorso da Los Angeles, si è appena conclusa: 12 concerti in lungo e in largo in Messico, nella cornice della nuova proposta audiovisuale di Bosé.
Un Bosé inedito, che di primo acchito ha un po’ sorpreso, ma che poi, per genio e figura, ha presto conquistato e sedotto tutti, come d’abitudine nell’arco di tutta la sua carriera.
Miguel Bosé è un camaleonte, è risaputo, ma con AMO ha voluto dare una significativa svolta alla sua carriera ed alla sua immagine, offrendo un aspetto di sé più naturale, unito ad un disco fresco, dalle sonorità carezzevoli e appassionati.
L’Icona Pop non si smentisce, monumentale e forte, magnetica e poderosa, con la barba o senza barba, col suo sguardo profondo e penetrante, e il suo luminoso sorriso, affonda la sua spada, sempre.
“Amo” non si può smettere di ascoltare per troppa armonia.
Musica e testi in un connubio felice che è una danza di emozionanti dettagli e fioriture, un mix di suoni invitanti come il più piacevole dei viaggi.
Lo stesso vale per l’AMO TOUR che, del sapore del disco riporta in scena tutta la fragranza lasciando però assaporare ancora le delizie del passato, ormai incoronate regine.
Sulla scena dell’AMO TOUR passano decenni di gloriosa carriera, scanditi da immagini e musica, da metafore e stile. E ci si stupisce di come Bosé, a 59 anni, sulla scena da 40, riesca ad essere ancora così attuale, intrepido, ultramoderno.
“Martedì 9 giugno 2015 sarà ricordato dal pubblico di Queretaro e delle città circostanti come il giorno del trionfale ritorno di Miguel Bosé a Queretaro, dopo 4 anni e mezzo.
Il luogo prescelto è stato l’ Hípico de Juriquilla, ubicato in una zona residenziale esclusiva, un meraviglioso scenario all’aria aperta tra le montagne caratteristiche della regione.
L’artista ha aperto il repertorio con “Amo”, titolo del suo nuovo disco, seguito da alcune canzoni tratte dallo stesso, per continuare con le canzoni classiche del suo repertorio che sono state interpretate nelle sue versioni originali e senza interruzioni tra una e l’altra, dando un’agilità impressionante allo spettacolo e offrendo momenti romantici e nostalgici e subito dopo altri sorprendenti, allegri ed euforici per culminare nel tocco di attivismo e protesta, sempre presente, in Bosé.
La struttura è la stessa che Miguel domina da anni, ferma ed enorme, con la novità di due torri giganti e quattro prisma robotizati in movimento, nei quali si proiettano le immagini che rappresentano ogni canzone, impreziosite dagli effetti luminosi proiettati da dietro le quinte.
Con questo innovativo concetto, Bosé ha rallegrato tutti i presenti che hanno riempito il foro e che hanno partecipato come mai avevo visto, sia nella piazza che nella zona VIP, gridando e ballando contagiati dall’energia che Bosé e la sua band concedevano in maniera straripante.
Un concerto completo che ha mostrato Bosé gioioso e rilassato, emozionato, molto orgoglioso di ciò che presenta, completamente assorbito in questa nuova tappa evolutiva che gli permette di presentare uno spettacolo che sicuramente è il meglio che abbiamo visto negli ultimi anni. Un vero lusso per lui avere tante proposte, tanti successi, tanti collaboratori di talento e la possibilità di usare tanti mezzi tecnologici.
Sbalorditivo come ancora Bosé continui ad essere vigente dopo quasi 40 anni di carriera!” (Gisela Funes Galeano)
Le parole entusiastiche di Gisela, confermano le mie e testimoniano l’eterna partecipazione calorosa del pubblico messicano agli spettacoli di Bosé, che sono quasi tutti stati preceduti da eventi che hanno offerto la possibilità ai fans prescelti, di salutare e conoscere l’artista.
Ormai la presenza dei social network rende tutto immediato e la velocità di comunicazione facilita anche l’organizzazione dei “Meet and Great” diventati ormai di routine nelle tournée degli artisti.
Miguel Bosé ritornerà a settembre in Messico e Stati Uniti per la fase autunnale dell’AMO TOUR.
Adesso si preparara per ritornare in Spagna e conquistarla.

Foto by Gisela Funes Galeano

Miguel Bosé Tribute
© 2015 Tutti i diritti riservati